L’ONMIC nei progetti di individuazione delle esperienze dei detenuti in carcere

luglio 27, 2017 In Evidenza 2510 Views
L’ONMIC nei progetti di individuazione delle esperienze dei detenuti in carcere

L’ONMIC opera da molti anni nell’area della riabilitazione sociale per soggetti detenuti in misure alternative alla pena ed ex-detenuti attuando in collaborazione con gli Enti preposti azioni di recupero dell’identità “perduta” affinché si renda possibile la reintegrazione socio-psicologica dei soggetti presi in carico così come previsto anche dalla legge. Per realizzare queste finalità ha in atto dal 2011 una convenzione con il Ministero di Grazia e Giustizia, nello specifico con l’Ufficio UEPE – Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Salerno – per accogliere soggetti in stato di esecuzione penale esterna ammessi ad attività di riparazione. La finalità generale è quella di favorire il reinserimento sociale delle persone in carico recuperando la dimensione della legalità. A favore di detenuti in misura alternativa alla pena l’Organizzazione offre: 1) Progetti networking for social inclusion che prevede l’attivazione di borse lavoro-formazione per soggetti svantaggiati socialmente che si trovano in stato di detenzione con misura alternativa al fine di permettere al soggetto in carico di eseguire un percorso formativo durante cui imparare un lavoro socialmente utile; 2) Progetti di giustizia riparativa attivati presso i seguenti comuni presenti sulla Provincia di Salerno: Comune di Roccadaspide, Comune di Tramonti, Comune di Pontecagnano, Comune di Salerno. Nell’ambito di tali progetti i detenuti in misura alternativa possono svolgere lavori socialmente utili alla Comunità praticando azioni di espletamento della pena attraverso attività e modalità alternative, ovvero pulizia giardini, pulizia strade, manutenzione ordinaria dei beni della comunità, previo analisi delle competenze di base. 3) Attività socio-assistenziali interne all’Organizzzione: assistenza immigrati all’interno di comunità di accoglienza abitativa; supporto ai disabili e agli anziani all’interno di servizi di accompagnamento sul territorio; assistenza alle persone a rischio povertà all’interno del servizio del banco alimentare.
I soggetti in carico dall’anno 2013 all’anno 2017 sono 51, cosi come indicato nella tabella qui di seguito riportata.
_______________________
Anno Casi
_______________________
Anno 2017 19
Anno 2016 18
Anno 2015 10
Anno 2014 2
Anno 2013 2
________________________
Tot. 51
Nell’ambito della devianza e della prevenzione di comportamenti a rischio l’ ONMIC è attualmente anche Ente coordinatore di due progetti ministeriale ed europei: 1.Giovani Leader per la legalità finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale si occupa di fare prevenzione di comportamenti a rischio devianza nelle scuole e progetto europeo May Whay – finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus Plus – che prevede l’Organizzazione di un corso di formazione sul Digital Story Telling per l’emersione delle competenze dei giovani detenuti rivolto a 26 operatori socioeducativi che lavorano nelle carceri europee e nelle Organizzazioni di Riabilitazione sociale.

About author

Related articles

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi