L’ONMIC e la Rari Nantes Nuoto Salerno insieme nella lotta alla discriminazione razziale

marzo 23, 2017 Sport , Uncategorized 1496 Views

Concorso “Uno slogan contro il razzismo” dedicato alle giovani leve della squadra di pallanuoto

Locandina

In onore della “Giornata internazionale per la lotta alla discriminazione razziale” che ricorre il 21 marzo, l’ONMIC promuove l’evento “Uno slogan contro il razzismo”, alla sua I edizione, messo in piedi dalla società Rari Nantes Nuoto Salerno, con il patrocinio dell’Associazione Aibi Amici dei Bambini. Il concorso, destinato alle giovani leve delle squadre di pallanuoto Under 17, Under 14 e Under 10 ha visto i ragazzi partecipanti consegnare un personale slogan contro il razzismo e i più piccoli elaborare un disegno rappresentativo. Tutti i lavori raccolti verranno selezionati da una giuria, composta da Antonella Spadafora, referente dell’associazione Aibi in Campania, dallo scrittore e giornalista Rocco Papa e da Victor Ebelliphuhi, giovane nigeriano accolto dalla comunità educativa ONMIC per minori italiani e stranieri non accompagnati, che sceglierà il miglior slogan e disegno per ogni categoria in gara. A ciascun vincitore, la Rari Nantes Nuoto Salerno consegnerà un buono spendibile per l’acquisto di libri. La cerimonia di premiazione è prevista sabato 1 aprile alle ore 16:30, presso la piscina comunale Simone Vitale a Salerno, in occasione del match che vedrà la prima squadra di pallanuoto impegnata contro la capolista.
“Siamo convinti – sottolinea Enrico Gallozzi, Presidente della Rari Nantes Nuoto Salerno – che i valori fondanti della pratica sportiva siano strettamente collegati a comportamenti corretti e virtuosi anche nella vita di tutti i giorni. Alle giovani generazioni in primo luogo occorre, quindi, offrire occasioni di riflessione e di confronto su comportamenti profondamente sbagliati – aggiunge Gallozzi – prendendo spunto dallo sport, per arrivare a promuovere, nel nostro piccolo, il rispetto della dignità delle persone sempre e comunque, a prescindere dalle originalità di ciascuno di noi. Se non portassimo avanti questi principi le nostre attività sportive, seppur degne dei migliori risultati, diventerebbero vane”.
“Come ONMIC, attraverso progetti europei ed eventi come questo, condividiamo la visione dello sport come modello di aggregazione, dialogo tra culture diverse, integrazione e interazione tra valori sociali” – conclude Tea Luigia Siano, Responsabile legale dell’associazione ONMIC.

About author

Related articles

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi